Crocchette per cani: come scegliere le migliori 

Un’alimentazione corretta ed equilibrata è il primo “step” per preservare il proprio organismo e garantirsi una buona salute, mantenendo sempre adeguati livelli di energia.

Si tratta di un “mantra” per gli esseri umani ma anche per i cani, che molto spesso vivono nelle abitazioni assieme ai componenti della famiglia e necessitano delle giuste attenzioni anche a livello alimentare.

Partiamo dal presupposto che nessuna crocchetta è il migliore alimento per un carnivoro cane o gatto, indipendentemente dalla marca.

Questo messaggio sbagliato e spesso spinto dalle multinazionali del petfood e dal mondo veterinario (non tutti per fortuna) è sempre stata la base per lo sviluppo di patologie come dermatiti e malattie infiammatorie intestinali (IBD).

Che questi prodotti industriali siano sani ormai lo sanno tutti ma si cerca sempre di bombardare di messaggi pubblicitari e manipolare la testa delle persone: non lo sono mai stati da quando le hanno inventate negli anni 40 e da quando hanno trovato il modo di trasformare scarto in oro (Trasmissione Report “Troppa trippa nel piatto”).

Il cibo industriale estruso (crocchette e umidi) subiscono un processo di lavorazione ad alte temperature che distrugge le proprietà delle materie prime (vitamina A e altri minerali), che già sono di bassa qualità perchè ottenuti da scarti della macellazione industriale non destinata all’uomo.

Quando però ci si ritrova a dover scegliere le crocchette più adatte al nostro cane si rischia di andare in confusione, dato che i supermercati e i negozi del settore propongono una vasta gamma di prodotti.

Come fare, quindi, per capire quali sono le crocchette che fanno al caso nostro? E’ sufficiente tenere conto di una serie di fattori, tutt’altro che trascurabili. 

Scegliere le crocchette per cani: su quali parametri affidarsi

La soluzione migliore per chi non vuole seguire un’alimentazione fresca a crudo che sarebbe il massimo per il proprio cane o gatto, potrebbe evitare le crocchette e trovare una buona alternativa con il pressato a freddo della Naturavetal.

I nostri amici cani si differenziano l’uno dall’altro, ed è pertanto opportuno scegliere delle crocchette che siano davvero l’ideale per il nostro pet.

Ogni cane ha infatti bisogno di determinati livelli di nutrizione, energia e altre caratteristiche specifiche per mantenersi in ottima salute, ed è per questo che la scelta delle crocchette non può essere operata in maniera superficiale. 

L’età del nostro cane è senza dubbio uno degli aspetti da tenere maggiormente in considerazione, ma anche la razza e le sue dimensioni sono fattori tutt’altro che secondari.

In genere, le tipologie di crocchette disponibili sul mercato sono quattro, e si differenziano principalmente per età e attività fisica. 

Ad esempio, la categoria Puppy è particolarmente indicata per i cuccioli in quanto ricca di calcio e vitamine che danno una mano nello sviluppo osseo dell’animale, mentre la Regular è pensata per i cani adulti; abbiamo anche la Premium, una categoria di crocchette perfetta per i cani che svolgono un’attività fisica molto intensa (pensiamo ad esempio alle cagnoline in attesa o in allattamento), e infine la Light, con poche proteine e vitamine e quindi molto più digeribile, perfetta per i cani un po’ più anziani o semplicemente “pigri”.

Tuttavia, come abbiamo accennato in precedenza, nella scelta delle crocchette vanno tenute in considerazione non solo età e “movimento”, ma anche la razza del cane e la sua taglia.

Crocchette per cani: altri fattori da non sottovalutare

Un altro dettaglio a cui bisogna guardare sempre con molta attenzione quando si scelgono le crocchette da dare in pasto al nostro amico peloso è quello relativo alla dimensione dell’alimento.

Se acquistiamo delle crocchette troppo grandi per la bocca del nostro amato cane rischiamo di procurargli dei problemi in fase di masticazione che possono provocare delle ferite a livello gengivale.

Allo stesso modo, se le crocchette sono di dimensioni troppo ridotte diventa più concreto il rischio di soffocamento o indigestione perché viene a mancare l’adeguata e corretta masticazione. 

Per garantire al nostro cane un prodotto di alta qualità è sempre bene controllare l’etichetta apposta sulla confezione: se è presente il sigillo d’oro possiamo dormire sonni tranquilli, in quanto il prodotto è certificato dall’Association of American Feed Control Officials. 

Infine, come ultimo consiglio, è meglio fornire al proprio cane delle crocchette ricchi di proteine come quelle a base di carne, che l’organismo canino riesce a digerire e assimilare con una certa facilità.

Il suggerimento è quindi quello di evitare crocchette dove l’ingrediente principale sono i cereali, amido e proteine da farine animali, alimenti che causano una digestione più complessa e patologie a carico del sistema immunitario, ma anche semplici dermatiti e malassezia nel cane.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

tre × 4 =